Borgosesia Spa cede in comodato d’uso gratuito le aree di proprietà su cui si sviluppa il Parco naturale di Porto Conte in Sardegna

8 Giugno 2020

L’AD Schiffer: ”Soddisfazione per la tutela del turismo dell’isola in periodo difficile”

Borgosesia SpA, società quotata sul mercato MTA di Borsa Italiana, attraverso la controllata GEA Srl proprietaria dei terreni siti nel Comune di Alghero, e in particolare quelli insistenti sul promontorio di Punta Giglio, comunica di aver concluso un accordo con Azienda Speciale Parco di Porto Conte per la cessione in comodato d’uso gratuito di sei mesi (fino al 31 dicembre 2020) dell’area Parco naturale di Porto Conte.
Borgosesia detiene in portafoglio alcune aree in esclusiva e alcune aree al 50% in comproprietà con la Regione Autonoma della Sardegna.
Il Parco di Porto Conte si estende, con destinazione parco naturalistico, sul territorio del Comune di Alghero. È un’area protetta della Riviera del Corallo situata nella Sardegna nord-occidentale a nord di Alghero, luogo molto caro ai cittadini residenti del Comune di Alghero, che vi hanno accesso gratuito, e frequentato anche da migliaia di turisti ogni anno. L’area è infatti riconosciuta anche a livello internazionale e comprende una parte del Sito di Interesse Comunitario “Lago Baratz-Porto Ferro”, l’intera porzione terrestre del Sito “Capo Caccia (con le isole Foradada e Piana) e Punta Giglio” e la porzione terrestre della Zona di Protezione Speciale “Capo Caccia”. Inoltre tutto il promontorio di Capo Caccia e la costa triassica sono inseriti all’interno del Parco geominerario della Sardegna, riconosciuto dall’Unesco come patrimonio dell’Umanità.
L’operazione conclusa da Borgosesia trova la piena soddisfazione di tutte le parti coinvolte. L’Ente Parco continuerà la gestione e la valorizzazione del territorio, enorme patrimonio isolano e meta turistica conosciuta in tutto il mondo.
Un segnale certamente positivo per la stagione estiva, considerando i possibili effetti che l’emergenza sanitaria potrebbe avere sul turismo dell’isola, coinvolgendo centinaia di imprese e migliaia di posti di lavoro.


Davide Schiffer, Amministratore Delegato di Borgosesia SPA, ha commentato: “Ringrazio l’Ente Parco e tutti i soggetti coinvolti con cui abbiamo interagito per la firma di questo accordo. Siamo felici di annunciare che un così importante patrimonio paesaggistico e ambientale della Sardegna sarà ancora goduto dai cittadini sardi e dal turismo, con la stagione estiva appena iniziata. Le proprietà di GEA Srl, controllate da Borgosesia presso Alghero sono circa due milioni di mq: una parte insistente in zone classificate G, ossia parchi urbani, e una parte in zone F1, cioè aree destinate ad insediamenti turistici. Una parte sono di proprietà esclusiva e una parte in comproprietà con la Regione Sardegna.
L’intenzione del management di Borgosesia è, nel totale rispetto delle destinazioni e del territorio, valorizzare da un lato le aree esclusive e dall’altro trovare un accordo con la Regione che porti alla divisione, oppure alla cessione, delle aree in comproprietà. In attesa di portare avanti quanto sopra, visto anche il delicato momento che attraversa il settore turistico, abbiamo pensato che la cosa migliore fosse offrire all’Ente gestore, Parco
Regionale di Parco Conte e Area Marina protetta Capo Caccia – Isola Piana, la possibilità per sei mesi di utilizzare gratuitamente le aree esclusive sulle quali insiste l’attività del Parco”.


Per maggiori informazioni:
Close to Media
Via Caradosso, 8 – Milano
Tel. 02.70006237
Luca Manzato
Adriana Liguori
Nicola Guglielmi
Davide di Battista